Logo
Stampa questa pagina

Il Vaso di Pandora

Ciao! Mi rifaccio vivo, dopo il nostro precedente incontro, per proporti una nuova riflessione che il Signore, nella Sua immensa bontà, mi ha messo nel cuore mentre meditavo in quella Sua inesauribile “miniera” che è la Bibbia.Il testo che ha stimolato i miei pensieri si trova nel Vangelo di Giovanni al capitolo 3 versetto 16 che dice: E Dio ha tanto AMATO IL MONDO che ha sacrificato il Suo unico Figlio (Gesù) affinché CHIUNQUE crede in LUI non muoia (spiritualmente) ma abbia la vita eterna”.Su questo amore, su questo sconosciuto amore, su questo sottostimato amore del Padre capace di sacrificare per noi ciò che ha di più caro, mi soffermerò spesso nelle prossime occasioni. Quello di cui voglio parlarti questa volta è il tipo di “gratitudine” che una grandissima percentuale di questo MONDO riserva a Dio… Per l’esperienza che mi deriva dai contatti avuti nel mio impegno evangelistico, e non, ho potuto infatti contrapporre la verità contenuta nel testo appena letto alla realtà vissuta e percepita quotidianamente.Spessissimo, purtroppo, con mia grande sofferenza, sento la gente di ogni ceto ed estrazione sociale, perfino quelli che si dichiarano credenti…(?), attribuire la causa di TUTTI i MALI a Dio. Lutti, infermità, malattie, disoccupazione, divorzi, liti, valanghe, inondazioni, terremoti, incidenti del “sabato sera”, ecc… è Dio che manda il castigo, spesso anche immeritato, e chissà quale tipo di espiazione voglia produrre. Non è capitato anche a te di sentirlo dire, magari una volta nella vita, e forse anche di averlo affermato in prima persona?!In sostanza la domanda ricorrente è: Dov’è Dio quando accadono tutte queste cose? Io invece chiedo: Dov’è l’uomo quando Dio chiama, quando Dio dice: “Ama!”, quando Dio dice: “Non uccidere!”, quando Dio dice “Perdona!”, quando Dio dice: “Domina la Terra senza distruggerla!”, quando Dio DICE…. Nella lettera agli Efesini, al capitolo 6 versetto 12 Paolo Apostolo spiega una verità che forse ignori:Il nostro combattimento (quello che dovrebbero fare i credenti) non è contro sangue e carne (cioè contro gli esseri umani), ma contro i PRINCIPATI, contro le POTESTÀ, contro I DOMINATORI DI QUESTO MONDO DI TENEBRE, contro le FORZE SPIRITUALI DELLA MALVAGITÀ che si trovano nei luoghi celesti!!!

Ecco da chi è dominato il mondo: da Satana & Co. È stato lui ad aprire il vaso di Pandora contenente TUTTI i suoi MALI e a riversarli sulla Terra. È lui che inculca nell’uomo l’egoismo, l’egocentrismo, la cattiveria, la vendetta, l’odio, la falsità, l’omicidio, la perversione e tutte le neo-idolatrie.Con l’astuzia e con l’inganno il tentatore è arrivato ad assopire la Fede in Dio, è riuscito piano piano ad allontanare l’uomo dalla Parola di Dio e quindi dalla conoscenza REALE di Dio e delle Sue meravigliose promesse e si è ben assicurato che l’uomo si accontentasse del “sentito dire”. Così facendo Satana ha sostituito il tutto con la sua “dottrina” che è la causa delle assurde accuse rivolte dall’uomo contro Dio che sono tutte figlie della non conoscenza della verità, del non andare alla fonte (la Bibbia).Perché si è sempre cercato di tenere la Bibbia lontano dalla portata delle persone (bruciandola o affermando che sia difficile interpretarla)? Perché quasi tutti hanno una Bibbia a casa che fa bella mostra sullo scaffale impolverato ma è così difficile aprirla? Non c’è in tutto ciò qualcosa che va OLTRE IL NATURALE? Non c’è dietro appunto un combattimento SOPRANNATURALE? Se ci si fosse aggrappati di più e meglio alla volontà di Dio, il mondo sarebbe davvero molto diverso! Noi, nel nostro piccolo, assieme a te, possiamo renderlo un po’ migliore per quello che ci resta da vivere, per poi godere della vita eterna promessa.Ben profetò per i nostri tempi il Profeta Osea al capitolo 4 versetto 6: Il mio popolo perisce per mancanza di conoscenza. Poiché tu hai rifiutato la conoscenza (di Me) anch’io rifiuterò di averti come… E al capitolo 6 versetto 6 aggiunge: Poiché io amo la bontà e non i sacrifici e la conoscenza di Dio più che gli olocausti. È salutare per la nostra “vita” conoscere la Parola di Dio per poter dareCesare quel che è di Cesare,ma a Dio quello che spetta di diritto a Dio!!! (Matteo cap. 22 v. 21) Accettiamo dunque l’insegnamento da parte di Dio, accettiamo anche l’amore che ha per questo mondo sofferente, facciamo la pace con Lui!

Ultima modifica ilLunedì, 17 Giugno 2013 19:33
Template Design © Joomla Templates | GavickPro. All rights reserved.